Bitcoin: si o no? Guida ragionata alla web moneta

I Bitcoin servono a compare online beni e servizi e promettono grossi guadagni, tanto che a Torino e Milano sono spuntati i bancomat che li convertono. Ma c’è chi mette in guardia contro truffe e riciclaggio Che sono sono i bitcoin? A che cosa servono? Possono rappresentare realmente una fonte di guadagno? Di questi temi […]

I Bitcoin servono a compare online beni e servizi e promettono grossi guadagni, tanto che a Torino e Milano sono spuntati i bancomat che li convertono. Ma c’è chi mette in guardia contro truffe e riciclaggio

Bitcoin: si o no? Guida ragionata alla web moneta

Che sono sono i bitcoin? A che cosa servono? Possono rappresentare realmente una fonte di guadagno?

Di questi temi si è molto sentito parlare nelle ultime settimane in ambito di economia, finanza ed investimenti. Bene, i bitcoin sono una moneta virtuale che si può utilizzare per acquistare beni e servizi. Si usano attraverso il web: basta una connessione e, via pc, cellulare o tablet, si può scambiare la propria moneta reale in bitcoin da usare per gli acquisti.

A differenza dei sistemi per pagare online (che di solito sono ancorati ad un conto in banca o carta di credito), lo scambio di bitcoin è ancorata ad un portafoglio virtuale.

Il loro valore è salito nelle ultime settimane e questo ha fatto diventare l’argomento di attualità.

I bitcoin esistono da quasi dieci anni

Bitcoin: si o no? Guida ragionata alla web moneta

In passato i bitcoin erano “relegati” ad una sfera di utilizzatori esperti di informatica e spesso sono stati associati alla cyber-criminalità, ovvero ad operazioni illegali, di varia natura, svolte in Rete.

Oggi, invece, sembrerebbero alla portata di tutti: in alcune città, come Torino e Milano ed altri centri minori, sono stati attivati i primi sportelli bancomat che convertono il denaro reale in bitcoin per fare acquisti, sia online che nei negozi fisici (ancora pochissimi) che li accettano.

Il problema della sicurezza è uno dei principali aspetti  da tener in considerazione

Bitcoin: si o no? Guida ragionata alla web moneta

Trattandosi di transazioni che avvengono su Internet, sia i pagamenti sia gli investimenti sono soggetti a possibili truffe. Un sistema avanzato di crittografia è stato però messo a punto per rendere lo scambio sicuro e veloce tramite l’utilizzo di portafogli elettronici (che si chiamano wallet). Inoltre esiste un “blockchain”, ossia un registro pubblico di tutte le principali transazioni eseguite online.

Il Codacons, al riguardo, ha messo in guardia consumatori e risparmiatori, invitando con un esposto alla magistratura ad indagare sul fenomeno. A destare allarmismo sono sistemi, trader e piattaforme non regolarizzate ed il proliferare di siti che presentano trucchi per guadagnare con il bitcoin.

C’è il serio rischio che questo sistema possa rivelarsi uno strumento a vantaggio della criminalità organizzata per nascondere o riciclare denaro.

Indispensabile, dunque, rivolgersi ad operatori e broker di fiducia e certificati ed non avventurarsi in investimenti che promettono grossi guadagni virtuali ma ad alto tasso di rischio.

Rossana Nardacci

Laurea Magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso L’Università Roma Tre. Mi occupo principalmente di Content Marketing e Social Media Marketing per aziende e liberi professionisti, redigo testi Seo Oriented e curo le strategie per blog aziendali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *