Colloquio di lavoro: come perdere un’offerta di lavoro all’ultimo istante!

Ti è mai capitato di sostenere un colloquio di lavoro in maniera ottimale e di venire scartato prima di essere assunto? Scopri i probabili motivi...

Colloquio di lavoro superato

Ecco, ci sei quasi: l’azienda ha ormai scelto il candidato e stai per essere assunto! L’ultimo ostacolo, il colloquio di lavoro con l’amministratore delegato, l’hai superato brillantemente e l’ufficio del personale ti sta già chiedendo i documenti necessari per l’assunzione. E’ stato anche fissato il giorno per la firma del contratto di assunzione e tutto sembra filare liscio come l’olio.

Improvvisamente l’azienda cambia idea sul candidato

Poi, improvvisamente, l’azienda sembra non volerne più sapere di te e tutto si scioglie come neve al  sole. Eh si, un intoppo è venuto fuori: inconsciamente, involontariamente, magari senza saperlo o rendertene conto, hai fatto qualcosa per cui l’azienda ha optato all’ultimo istante per un altro candidato. O magari è venuta fuori una novità che non ti aspettavi o di cui non eri a conoscenza.

Motivi principali per cui non sarai assunto anche dopo un brillante colloquio di lavoro

Ti elenco alcuni dei motivi principali per i quali l’azienda potrebbe aver deciso di non assumerti:

  • Hai ricevuto l’offerta dall’azienda e non hai risposto. Se hai bisogno di rifletterci su, basta scrivere giusto due righe dicendo che sei entusiasta dell’offerta. Spiega all’azienda che ci rifletterai durante il weekend, in modo da darle una risposta ad inizio settimana. Ma devi farti vivo e una risposta devi darla, è sintomo di professionalità e di correttezza.
  • Controllando le tue referenze, l’azienda si accorge che non hai detto proprio tutta la verità. Oppure durante il processo di selezione emergono degli aspetti che hai tenuto nascosti. Mentire sul tuo job title oppure sulla tua retribuzione, attribuirti un titolo di studio o una specializzazione che invece non hai, ti pone in cattiva luce.
  • Provare a trascinare l’azienda in una trattativa sulla retribuzione, cercando di uscirne vincitori e di spuntare la più alta possibile. Facciamo un esempio: potrei dire “ l’azienda xxx mi ha offerto per la stessa mansione 50.000 €. Se voi me ne offrite 60.000 accetto la vostra offerta”. Normalmente le aziende non gradiscono questo tipo di negoziazioni. Oltretutto, ti potrebbe essere risposto “noi non negoziamo la retribuzione, pertanto, accetti pure l’offerta di xxx e vada a lavorare là”.
  • Provare a rinegoziare l’offerta prima di iniziare a lavorare. Potresti aver inizialmente accettato l’offerta ma poi, dopo averci riflettuto, ti accorgi che magari la retribuzione non ti soddisfa oppure la mansione non è quella che ti saresti aspettato. Anche in questi casi, provare a trattare di nuovo con l’azienda ti pone in pessima luce perché ti fa sembrare poco affidabile e poco coerente.
  • Decidere di pubblicare su un social media un articolo o dei pensieri offensivi o poco rispettosi nei riguardi di una persona, di un gruppo di persone o di un’associazione. Se il tuo lavoro ha a che fare coi social media, devi avere l’accortezza di evitare questi comportamenti. E ricordati che sul web ogni tua azione lascia una traccia. Potresti essere giudicato e valutato da un’azienda anche per le idee che esprimi o per le foto che posti sui social network.
  • Non scrivere una lettera di ringraziamento al selezionatore o al manager responsabile della selezione. E’ importante, dopo un colloquio, farti vivo e scrivere anche solo due righe per ringraziare dell’opportunità che ti è stata offerta, a prescindere da come andrà la selezione. Questo piccolo gesto ti farà emergere, magari farà pendere la bilancia dalla tua parte se il selezionatore è indeciso fra te e un’altro candidato. Non è obbligatorio farlo, ma richiede giusto due minuti. Perché perdere questa chance?
  • Presentarti tardi ad un appuntamento informale o ad una cena alla quale l’amministratore delegato o uno dei soci dell’azienda ti hanno invitato, così, giusto per scambiare due chiacchiere prima di iniziare il lavoro. Non c è cosa peggiore: magari hai pure evitato di chiamarli per avvisare del tuo ritardo, per non disturbarli!
  • Appena hai ricevuto l’offerta, immediatamente pubblica sui social la novità e addirittura modifica il tuo job title su LinkedIn. Aspetta almeno di aver firmato il contratto, prima di farlo. Meglio ancora: inizia prima a lavorare e poi diffondi la notizia!

Quando sfuma un’opportunità di lavoro, non significa necessariamente che hai fallito. Significa che il destino ha scelto per te un’altra strada. Ogni giorno possiamo imparare cose nuove, a condizione di avere una mentalità positiva. Dobbiamo essere aperti ai segnali che si ricevono dall’esterno. Perciò, sii sempre aperto e prosegui per la tua strada!

Riassunto
Colloquio di lavoro: come perdere un’offerta di lavoro all’ultimo istante!
Titolo
Colloquio di lavoro: come perdere un’offerta di lavoro all’ultimo istante!
Descrizione
Ti è mai capitato di sostenere un colloquio di lavoro in maniera ottimale e di venire scartato prima di essere assunto? Scopri i probabili motivi...
Autore
Azienda
Club4business
Logo

Umberto Benedetti

Ho maturato una solida esperienza di 19 anni in aziende di rilevanza nazionale e multinazionali nel settore delle vendite. Sono esperto in pianificazione e organizzazione. Ho sviluppato vaste esperienze nella comunicazione, nella gestione delle Risorse Umane e nel Problem Solving.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *