Crisis management e Social Media. Come gestire una crisi sui social?

Una crisi aziendale sui social network può provocare gravi danni d'immagine e di conseguenza un rilevante calo nei fatturati. Vediamo come evitarle!

Come programmare un piano strategico per evitare di incappare in una crisi?

Sapete qual è il peggior incubo per ogni brand? Affrontare una crisi (crisis management) sui social network!

Di seguito consigli utili su come programmare un chiaro piano di azione in grado di rispondere ai diversi gradi di allarme.

Le crisis management, in ambito social, sono sempre dietro l’angolo. I fattori che possono far nascere varie crisis management sono diversi: la qualità dei prodotti, l’assistenza ai clienti, una campagna di comunicazione sbagliata, un errore nei confronti dei dipendenti o dei dipendenti stessi, uno scandalo manageriale. Il rischio più grande che un’azienda corre, in questo caso, è la reputazione del suo brand danneggiato.

Quali argomenti principali da evitare per incappare in una crisi aziendale in termini pubblicitari:

 

  1. La religione: nelle campagne pubblicitarie è sempre meglio evitare questo argomento per non toccare la sensibilità dei fedeli;
  2. La sessualità: quando si parla di pubblicità aziendale è inutile e controproducente toccare l’argomento. Grandi brand sono caduti nella tentazione di parlare di un tipo di sessualità piuttosto di un altro…sapete come è andata a finire? Vedi il caso Melegatti…
  3. I nostri amici a quattro zampe: parlo da animalista, nelle strategie pubblicitarie meglio evitare di coinvolgere gli animali.  Potreste suscitare l’ira di chi ama profondamente gli animali domestici o meno.

Quali sono le conseguenze di una crisis management?

  • Perdita di fiducia nei confronti del brand da parte di clienti, dipendenti o investitori
  • Danno potenziale o permanente alla reputazione aziendale
  • Possibilità che la crisis management sia amplificata dagli utenti e soprattutto dai Social Media. I Social Media epic fail, bufale e critiche sono i contenuti che in pochissimo tempo diventano virali. Sono tra i post che si fanno strada più facilmente e rapidamente sulle bacheche degli utenti.

Come gestire allora il vasto potenziale critico senza esserne travolti?

Agire, superare l’ostacolo e completare il rilancio! Ma in che modo?

Per non essere impreparati davanti ad una crisis management la soluzione più concreta e fattibile è quella di creare un vero e proprio piano di azione, caratterizzato dai una buona programmazione ed una corretta strategia. Ad attuare la strategia di recupero da una crisi devono essere i Social Media Manager aziendali che hanno la capacità di:

  • Gestire i primi segnali d’allarme forniti dai Social. I pericoli possono trovarsi dietro un post, un tweet. I cosiddetti web guru sono sempre i primi a scagliarsi contro approfittando della crisi per esporre le proprie perle di saggezza!
  • Seguire trend ed hashtag specifici in modo tale da rendersi conto su quali sono gli argomenti da evitare o trattare con moderatezza.
  • Attivare un Social Command Center, ovvero una piattaforma interattiva, la quale rappresenta in un’unica dashboard i principali KPI per il business ed il marketing. Grazie ai dati analytics, la piattaforma, permette alle aziende di analizzare le interazioni ottenute dai propri contenuti, i post più efficaci, le visualizzazioni ottenute dai video. Si tratta di un vero e proprio tracciamento real-time della completa strategia di social media marketing. Attraverso il Social Command Center è possibile analizzare la concorrenza e monitorare campagne di real-time marketing.
  • Monitorare i Social 24/24. Un singolo commento negativo o un’azione di uno spammer possono far degenerare la situazione e far diventare il brand un esempio di epic fail.
  • Comunicare con gli utenti rispondendo sul canale social direttamente interessato ed utilizzando sempre garbo e gentilezza. Non cancellare mai commenti negativi.
  • Fornire risposte più dettagliate. Argomenta le tue ragioni tramite altri strumenti di contatto, quali indirizzi email, un numero di telefono.

Non farti prendere dal panico per una crisis management. Rispettando questo piano strategico e questi utili consigli, potrai trasformare la tua crisi aziendale in successo.

Spesso da una crisis management nascono le migliori opportunità che bisogna saper sfruttare al meglio.

Per restare sempre aggiornato su come intervenire in una crisis management iscriviti alla nostra newsletter 

 

Riassunto
Crisis management e Social Media. Come gestire una crisi sui social?
Titolo
Crisis management e Social Media. Come gestire una crisi sui social?
Descrizione
Una crisi aziendale sui social network può provocare gravi danni d'immagine e di conseguenza un rilevante calo nei fatturati. Vediamo come evitarle!
Autore
Azienda
Club4business
Logo

Clesio Iagnocco

Web Marketing Manager e consulente esperto in pubblicità, web marketing e social media marketing per piccole e medie imprese per Club4business
Specializzato in digital marketing, mi occupo soprattutto di SEO, SEM, SMM e copywriting. Grazie al mio background tecnico sono specializzato nella realizzazione di portali web complessi. In azienda ho l'onore, e l'onere, della gestione delle risorse tecniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *