Venezia e le sue affascinanti isole. Alla scoperta della laguna veneta

La laguna di Venezia è una laguna del Mar Adriatico. Essa è composta da isole meravigliose che meritano assolutamente una visita.

Venezia è una delle città più particolari al mondo visto che è attraversata in lungo e largo da canali in cui si specchiano meravigliosi palazzi e monumenti.

Venezia sorge su una laguna composta da più di cento isole raggiungibili facilmente tramite il sistema di vaporetti di Venezia.

Le isole di Venezia

Soggiornando a Venezia non potete perdervi BuranoMurano, il Lido di Venezia e San Michele.  De degne di nota sono le meno conosciute TorcelloSan Lazzaro degli Armeni o San Francesco del Deserto.

L’isola di Burano

La più caratteristica tra le isole è Burano. Caratterizzata da coloratissime casette, i cui colori sgargianti, secondo diverse leggende, servivano ai pescatori a ritrovare la propria casa nella fitta nebbia. Burano è conosciuta anche come l’isola dei merletti e dei ricami nella quale è possibile acquistare magnifici pizzi a tombolo.

Il merletto di Burano diede il via ad un’attività prevalentemente domestica guidata da nobildonne, le quali diedero vita a veri e propri laboratori di ricamo.

Il merletto di Burano diede il via ad un’attività prevalentemente domestica guidata da nobildonne, le quali diedero vita a veri e propri laboratori di ricamo.

Il museo del merletto di Burano fu aperto ed inaugurato nel 1981.  Si trova negli spazi della storica Scuola dei Merletti di Burano, fondata nel 1872 dalla contessa Andriana Marcello per recuperare e rilanciare una tradizione secolare.

Nel 1978, dopo la chiusura della Scuola, un Consorzio creato dagli Enti pubblici veneziani e dalla Fondazione Andriana Marcello, iniziò un’attenta attività di riscoperta e valorizzazione culturale del merletto buranello.  Venne riordinato e catalogato l’archivio dell’Antica Scuola Merletti, ricco di importanti documenti e disegni. La sede venne  ristrutturata e trasformata in uno spazio espositivo. Nacque così il Museo del Merletto.

Nella sede vi si trovano esposti oltre cento preziosi esemplari della ricca collezione della Scuola, oltre a importanti testimonianze della produzione veneziana dal XVI al XX secolo.

Dal 1995 il Museo del Merletto di Burano è stato incluso nei Musei Civici di Venezia. In questo spazio espositivo sono presenti pezzi di grande valore. Vi è la possibilità di osservare dal vero le tecniche di lavorazione proposte dalle merlettaie, ancora oggi depositarie di quest’arte.

L’isola di Murano

Una delle eccellenze indiscusse della città di Venezia è il vetro di Murano.

Nota a tutti per la produzione artigianale del vetro è Murano. Dall’isola  provengono tanti manufatti in vetro soffiato e le famosissime murrine veneziane.

Una delle eccellenze indiscusse della città di Venezia è il vetro di Murano. La tradizione vetraia nella zona è antichissima. Nel corso dei secoli è rimasta intatta, arrivando fino a noi. Le vetrerie si trovano tutte concentrate nell’isola di Murano. Originariamente questi laboratori si trovavano anche a Venezia. Ma in passato furono trasferiti nella piccola isola per prevenire possibili incendi in città.

Potrete visitare anche il Museo del Vetro a Palazzo Giustinian, per ammirare oltre a stupendi oggetti anche le fasi storiche di tale arte.

Il Lido di Venezia

Se siete dei veri Lifestyle non potete non fare un giro al Lido di Venezia, una delle località balneari più richieste e frequentate di tutta Europa, con lussuosi hotel frequentati dai Vip di tutto il mondo. Dal 1932 ospita la Mostra Internazionale di Arte Cinematografica, più conosciuta come la Mostra del cinema di Venezia, che si tiene a settembre e richiama star famosissime, che ambiscono al Leone d’Oro.

Il Lido è un isola situata nella laguna e separa Venezia dal mare Adriatico. Costituisce una delle municipalità del comune di Venezia. Differisce dalla maggior parte delle isole perché sulla sua superficie sono presenti strade carrozzabili. Due porti e un piccolo aeroporto turistico la collegano alla terraferma. Il modo più diretto per raggiungerla sono i vaporetti di linea e il ferry per il trasporto dei veicoli a motore. Il Lido è lungo 12 chilometri circa e largo da un minimo di 196 metri ad un massimo di 1,7 chilometri. E’ una lingua di terra che da sempre è stata legata a Venezia per il suo fascino e la tranquillità che aleggia nelle sue spiagge.

Il Lido infatti non è famoso solo per essere una delle località balneari preferite dai veneziani. Ma anche perché all’inizio dello scorso secolo era una sede molto rinomata per il turismo curativo. Il nome antico è Lido Bovense o di San Nicolò. Nella parte settentrionale dell’isola infatti sorgeva un’abbazia benedettina. La struttura religiosa diede dimora alle spoglie del santo. San Nicolò è patrono dei naviganti. Una curiosità: non lontano dalla chiesa a partire dal 1389 la Serenissima assegnò un appezzamento per il cimitero ebraico. Il cimitero è tuttora visitabile.

L’isola di San Michele

La prima isola che si affaccia a nord di Venezia, davanti le Fondamente Nove, è l'isola di San Michele, attualmente sede del cimitero della città.

La prima isola che si affaccia a nord di Venezia, davanti le Fondamente Nove, è l’isola di San Michele, attualmente sede del cimitero della città.

Un tempo era la Cavana de Muran, dove i muranesi “parcheggiavano” le loro barche.

Ornata da cipressi e chiusa da alte pareti in terracotta, l’isola-cimitero di San Michele è una delle più praticate tappe di itinerari in laguna sul filo della memoria.

Una visita al cimitero di Venezia può trasformarsi in un viaggio emozionante ed in un pellegrinaggio culturale.

Dal vaporetto, a mano a mano che ci si allontana dalla riva delle Fondamenta Nuove, si può scorgere il rosso dei mattoni dei muri di cinta ed il verde cupo dei cipressi che contrasta con la bianca chiesa del Codussi.

Ad attendere il visitatore sul portale del chiostro della vecchia abbazia camaldonese, per introdurlo nell’area cintata del cimitero, vi è san Michele, l’arcangelo che, sconfiggendo il drago, s’impossessa della sua immortalità.

Sono molti i personaggi celebri quì sepolti.  Ezra Pound, Stravinskij, Diaghilev e, dal 21 giugno 1997, Josif Brodskij.

Come raggiungere le isole di Venezia?

La metropolitana di Venezia sono i vaporetti. Ci sono diverse linee che collegano i vari punti del centro città e lo stesso centro alle varie isole.

  • LINEA 12 per raggiungere Burano, Murano e San Michele, ma anche Torricello e Treporti.Si prende da Fondamente Nove che si trova ad un quarto d’ora a piedi circa sia dalla stazione ferroviaria che da Piazza San Marco.
  • LINEA 4 per raggiungere Murano, ma anche San Zaccaria e Giudecca. Si prende direttamente da difronte la stazione ferroviaria.
  • LINEA 5 per raggiungere Venezia Lido passando per San Zaccaria dal piazzale della stazione.
  • LINEA 2 per andare al ponte di Rialto e Piazza San Marco.
  • LINEA 14 per raggiungere Murano da Piazza San Marco.

Tutte le linee sono attive dalle 6 alle 22.30.

I biglietti si possono fare direttamente sul traghetto. Si consigliamo  biglietti orari e/o giornalieri (economici) se volete muovervi solo con i mezzi.



Booking.com

Riassunto
Le affascinanti isole di Venezia: alla scoperta della laguna veneta
Titolo
Le affascinanti isole di Venezia: alla scoperta della laguna veneta
Descrizione
La laguna di Venezia è una laguna del Mar Adriatico. Essa è composta da isole meravigliose che meritano assolutamente una visita.
Autore
Azienda
Club4business
Logo

Rossana Nardacci

Laurea Magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso L’Università Roma Tre. Mi occupo principalmente di Content Marketing e Social Media Marketing per aziende e liberi professionisti, redigo testi Seo Oriented e curo le strategie per blog aziendali.

Ultimi articoli da Rossana Nardacci (vedi tutto)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *