Lombardia: una regione tutta da visitare tra laghi e montagne

La Lombardia prese il suo nome dai Longobardi, una popolazione barbara che nel VI secolo d.C. invase l’Italia. Scopriamola insieme...

La Lombardia si estende dalle Alpi, al confine con la Svizzera, fino alla pianura del fiume Po

E’ una Regione attraversata dal Lago di Como e dal Lago Maggiore. Zona di ricche città, con grandi palazzi e chiese riccamente decorate, ville in riva ai laghi, moderne ed efficienti fabbriche, agricoltura su vasta scala.

Alla scoperta delle origini della Lombardia

La regione prese il suo nome dai Longobardi, una popolazione barbara che nel VI secolo d.C. invase l’Italia. Durante il Medioevo, la Lombardia faceva parte del Sacro Romano Impero, ma non fu sempre fedele agli imperatori tedeschi.

I Lombardi, che avevano messo a frutto il loro talento per il commercio, sopportavano infatti malvolentieri le interferenze esterne.

Il XII secolo vide l’ascesa della Lega Lombarda, una coalizione di separatisti che si opponevano al brutale imperialismo di Federico Barbarossa.

Il potere fu in seguito detenuto dalle grandi famiglie della Regione. I Visconti e gli Sforza di Milano. Queste dinastie furono inoltre grandi patrone delle arti, commissionando maestosi palazzi, chiese e splendide opere d’arte di cui sono ricche Bergamo, Mantova e Cremona, per non menzionare la stessa Milano.

In questa Regione si trovano alcune delle migliori espressioni dell’arte europea. La Certosa di Pavia, l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci, gli splendidi dipinti della Pinacoteca di Brera a Milano.

La Lombardia è famosa anche per essere il luogo di nascita di Virgilio, Monteverdi, Stradivari e Donizzetti. Offre oggi ai turisti il piacevole contrasto tra affascinanti paesaggi lacustri e belle ed attive città.

Sui laghi di Como e Maggiore si sono avvicendati per secoli poeti, aristocratici e giocatori d’azzardo.

Visitando la Lombardia

La Lombardia, benché sia occupata per buona parte dalla Pianura Padana, un paesaggio fortemente appropriato all’espansione industriale verificatasi nella zona, presenta forti contrasti.

A Nord, in un ambiente ancora incontaminato, si possono ammirare gli incantevoli laghi di Como e Maggiore, incastonati ai piedi delle Alpi. Ancora più a Nord, attorno a Sondrio ed a Bormio, si trovano le spettacolari vallate e cime del Parco Nazionale dello Stelvio.

A Sud, oltre la fascia industriale, si aprono enormi discese di coltivazioni, punteggiate da città di grande bellezza quali Cremona, Mantova e Pavia.



Booking.com

Il Lago di Como: luogo ideale per rilassarsi, camminare o andare in barca

Il Lago di Como: luogo ideale per rilassarsi, camminare o andare in barca

Il Lago di Como, in uno scenario idilliaco, tra montagne e colline, circondato da un’atmosfera quasi soprannaturale, ha attirato per secoli i viaggiatori. Da questo lungo e stretto lago, creato dall’erosione glaciale, si possono godere splendidi panorami a Nord, verso le Alpi, e, a Sud, verso la bella e ricca città di Como.

Como è la città che dà il nome al Lago. Nota anche per lo splendido Duomo,  (XIV secolo) in stile gotico e rinascimentale, con sculture sulla facciata. La cupola ottocentesca è opera dell’architetto torinese Juvarra. Accanto al Duomo si trovano il Broletto (XIII secolo), decorato a strisce bianche, rosa e grigie. E l’elegante Torre del Comune.

Villa Carlotta è un’elegante magione del XVIII secolo, famosa per i suoi giardini. In primavera questi si riempiono di splendide azalee, rododendri e camelie. All’interno della villa si trova una collezione di sculture. E’ aperta al pubblico tutti i giorni.

Lecco è una piccola cittadina industriale. Si trova a Sud del lato orientale del Lago. Famosa per essere stata la città natale di Alessandro Manzoni. La Casa Natale di Manzoni è piena di oggetti appartenuti allo scrittore. Numerose scene dai Promessi Sposi sono raffigurate in un monumento in Piazza Manzoni. E’ possibile visitare la Casa del poeta dal martedi alla domenica.

Cernobbio fu uno dei luoghi preferiti da Carolina d’Inghilterra durante il suo esilio, nel XIX secolo.

Menaggio è una delle più rinomate località della costa occidentale.

Varenna è sovrastata da un castello in rovina dell’XI secolo. Poco a Sud si trova il Fiumelatte, che deve il suo nome alla copiosa spuma.

Bellagio è una località all’incrocio dei due bracci del Lago. Offre caffè e passeggiate in riva al Lago.

Il Lago Maggiore offre un’atmosfera più accogliente ma meno romantica del Lago di Como

Il Lago Maggiore offre un’atmosfera più accogliente ma meno romantica del Lago di Como

Il Lago Maggiore è una grande distesa d’acqua che si incunea tra le montagne. Si allunga fino alle Alpi svizzere.

Le coste del Lago sono ricoperte di verbene, dalle quali il lago prese il suo antico nome, Verbanus; di camelie e di azalee.

Al centro del Lago sorgono le splendide isole Borromee. Paradisi in miniatura che devono il loro nome al patrono principale del Lago. Il Cardinale Carlo Borromeo. Una gigantesca statua bronzea del cardinale si trova ad Arona, città in cui l’alto prelato nacque nel 1538. Guardando attraverso i fori degli occhi e delle orecchi della statua, si gode una splendida vista del lago.

Sempre ad Arona si possono visitare le rovine di un castello e la cappella di Santa Maria, dedicata alla famiglia Borromeo.

Più a Nord, sempre sulla costa occidentale del Lago, si trova Stresa, la località di villeggiatura più famosa del Lago. E l’imbarcadero più comodo per giungere alle isole. La cittadina è piena di splendide ville e parchi, dove i villeggianti possono passeggiare liberamente.

Dietro a Stresa una funivia porta in cima al Monte Mottarone.

Le Isole Borromee, al centro del Lago, sono dei gioielli naturali arricchiti dall’ingegno umano. Sull’Isola Bella si trova il seicentesco Palazzo Borromeo, con i suoi giardini terrazzati, le fontane, i pavoni, le statue e le grotte. Il Palazzo è aperto tutti i giorni, da Aprile a Settembre.

L’Isola Madre è invece adibita quasi completamente al giardino botanico. San Giovanni è la più piccola ed esclusiva delle isole. Qui si trova una villa che un tempo ospitava Arturo Toscanini.

Il Lago diventa più tranquillo avvicinandosi al confine svizzero. Ma continua ad essere costellato di ville. Una di queste, Villa Taranto, ospita una collezione botanica esotica. E’ aperta tutti i giorni da Aprile ad Ottobre.

Tra km ad Est di Cannobio, paese vicino al confine svizzero, si trovano la gola e la spettacolare cascata dell’Orrido di Sant’Anna. Esso può essere raggiunto via barca.

Come muoversi in Lombardia?

Milano ha due aeroporti internazionali, che sono le porte d’accesso più comode al Nord Italia. Mentre la Pianura Padana offre un eccezionale sistema di trasporti. Strade e ferrovie l’attraversano infatti completamente e rendono i collegamenti tra le varie città molto facili.

I laghi sono accessibili sia in macchina che in treno. Il Parco Nazionale dello Stelvio e le montagne sono meno facili da raggiungere. Ma offrono ottime attrezzature turistiche.

Riassunto
Lombardia: una regione tutta da visitare tra laghi e montagne
Titolo
Lombardia: una regione tutta da visitare tra laghi e montagne
Descrizione
La Lombardia prese il suo nome dai Longobardi, una popolazione barbara che nel VI secolo d.C. invase l’Italia. Scopriamola insieme...
Autore
Azienda
Club4business
Logo

Rossana Nardacci

Laurea Magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso L’Università Roma Tre. Mi occupo principalmente di Content Marketing e Social Media Marketing per aziende e liberi professionisti, redigo testi Seo Oriented e curo le strategie per blog aziendali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *