Moleskine: non sempre le aziende analogiche sono destinate a scomparire

Case Study: Moleskine e la resistenza delle aziende "analogiche"

Case Study: Moleskine e la resistenza delle aziende “analogiche”

Ci muoviamo sempre di più in un mondo digitale, ascoltando musica dal cloud, leggendo storie online, prendendo appunti e disegnando su dispositivi digitali sempre più avanzati. Se ci pensiamo bene, quante grandi aziende, leader nel loro settore per decenni, sono scomparse o ridimensionate a causa della crescente digitalizzazione?

Le aziende che non si sono adeguate alla digitalizzazione

Pensiamo a Blockbuster, a Kodak, ad Atari o a Commodore 64. Tutte aziende che mai avremmo creduto potessero scomparire dal mercato, che non hanno saputo adeguarsi ai nuovi tempi e alle nuove tecnologie. Ormai pc e dispositivi mobili hanno soppiantato lettori dvd, macchine fotografiche, fax, e , in generale, tutta quanta la bassa tecnologia analogica.

Anche la carta, a volte sembra superata: il caso Moleskine

Eppure, un’azienda storica, iconica, ha saputo reinventarsi e stare al passo coi tempi. Moleskine, azienda italiana fondata nel 1997 con sede a Milano, nota per la produzione di taccuini, agende, quaderni, blocco notes, sembrava destinata ad eclissarsi come tutte quelle aziende legate a produzioni di beni ormai poco utilizzati. E invece no, il management di Moleskine ha colto l’opportunità di fornire prodotti che colmano il divario tra strumenti analogici e digitali. Introducendo sul mercato i suoi innovativi prodotti M+:  un ecosistema di strumenti che includono prodotti digitali e fisici che migliorano la produttività e la generazione di idee.

Già nel 2016 Moleskine aveva ideato una speciale agenda in grado di trasferire gli scritti dalla pagina al device.  Utilizzando la particolare carta isometrica e la tecnologia Bluetooth inserita nella penna Livescribe 3, le idee scritte su carta vengono visualizzate con immediatezza sul display per mezzo di un’app. L’azienda di Milano ha perfezionato ulteriormente la sua tecnologia: sia che si utilizzi inchiostro su carta o un dispositivo digitale, Moleskine è in grado ora di farci sperimentare il meglio dei due mondi. Grazie anche alla collaborazione con Adobe.

Ma quali sono queste nuove meraviglie in grado di gettare un ponte fra analogico e digitale?

La prima è l’agenda Moleskine Smart Edition Adobe max

Adobe e Moleskine hanno stretto una collaborazione per creare strumenti che rendano l’interazione tra prodotti analogici e digitali il più possibile senza soluzione di continuità. L’agenda Moleskine Smart Edition Adobe MAX è solo un esempio di questa partnership. Insieme con la Moleskine Creative Cloud Connected App, disponibile anche su App store,  è possibile trasformare facilmente gli schizzi disegnati a mano, in file digitali che possono essere condivisi o sincronizzati con Creative Cloud e modificati con altre applicazioni, come ad esempio Abode Illustrator CC e Adobe Photoshop CC.Moleskine Adobe

L’altro prodotto sicuramente altamente innovativo è il set di scrittura Smart Moleskine

Permette di buttar giù le proprie idee sulla carta, per poi farle viaggiare fuori dalla pagina, facendole magicamente comparire su uno schermo. Moleskine ha ideato un prodotto davvero innovativo, un set di scrittura intelligente. E’ una penna in grado di scrivere su carta, memorizzare i contenuti e la forma  e trasformarli in creatività digitale. La tecnologia nCoded permette infatti alla Pen+ di riconoscere il suo posizionamento sulla superficie di carta e di catturare ogni movimento della penna. Un’applicazione quindi trasferisce agevolmente le note create a mano dalla pagina allo schermo in tempo reale, dandovi la possibilità di digitalizzare il testo, modificarlo, organizzarlo, condividerlo. Avete bisogno di inviare i vostri appunti ai colleghi immediatamente? Basta toccare l’icona della busta sulla pagina per condividerli come un file PDF via e-mail istantaneamente.

Moleskine Smart

L’ultima idea generata è Moleskine Smart Planner

Per offrire la massima interazione fra carta e digitale,  Moleskine ha recentemente lanciato il suo ultimo prodotto digitale, da aggiungere alla collezione M +. Si tratta dello Smart Planner 2018. Lo Smart Planner combina tutte le caratteristiche iconiche e familiari di  Moleskine con una tecnologia avanzatissima, che sincronizza gli appuntamenti scritti a mano con Google Calendar, iCal, Outlook e un mondo di applicazioni e servizi connessi. Basta annotare i vostri appunti e le vostre note sulla pagina con la penna Moleskine + e automaticamente si sincronizzeranno su tutti i vostri dispositivi. Potrete così consultare ovunque ed in qualsiasi momento i vostri appuntamenti e le scadenze.

Smart planner 2018

Non c’è che dire, quando le buone idee si sposano con tradizione e tecnologia il risultato è eccezionale. E a voi non viene voglia di provare queste nuove meraviglie?

 

 

Riassunto
Moleskine: non sempre le aziende analogiche sono destinate a scomparire
Titolo
Moleskine: non sempre le aziende analogiche sono destinate a scomparire
Descrizione
Case Study: Moleskine e la resistenza delle aziende "analogiche"
Autore
Azienda
Club4business
Logo

Umberto Benedetti

Ho maturato una solida esperienza di 19 anni in aziende di rilevanza nazionale e multinazionali nel settore delle vendite. Sono esperto in pianificazione e organizzazione. Ho sviluppato vaste esperienze nella comunicazione, nella gestione delle Risorse Umane e nel Problem Solving.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *