I Musei di Milano: una grande ricchezza culturale

Milano è una città culturalmente vasta. I Musei di Milano sono l'occasione culturale migliore per apprezzare l'arte e la cultura della città.

I Musei di Milano offrono una ricchezza capace di incontrare e soddisfare le esigenze degli amanti della cultura. Oltre ai monumenti, a Milano ci sono una serie di musei, chiese ed edifici pubblici che uniscono il nuovo e l’antico.

Quali sono i Musei di Milano da visitare?

Galleria Vittorio Emanuele II

Questa galleria decorata, conosciuta come Il Salotto di Milano, fu progettata dall’architetto Giuseppe Mengoni nel 1865. Essa ebbe un inizio tragico: Mengoni cadde dal tetto e morì poco prima dell’inaugurazione nel 1877. La galleria era stata completata l’anno prima.

Il bel mondo milanese è attratto dai suoi negozi eleganti, dai caffè e dai ristoranti, come Il Salotto che, si dice, serva il miglior caffè di Milano. Ed il prestigioso Savini, il ristorante più elegante.

La galleria ha pianta a croce latina con un centro ottogonale ornato con mosaici che rappresentano i quattro continenti (Europa, America, Africa, Asia), nonché l’arte, l’agricoltura, la scienza e l’industria.

L’elemento più elegante è il tetto in metallo e vetro, sormontato da una magnifica cupola centrale. Per costruire il tetto si utilizzarono, per la prima volta in Italia, metallo e vetro in funzione strutturale e non solo decorativa.

I pavimenti sono decorati con i mosaici dei segni zodiacali.

Museo del Duomo

Il Museo si trova a fianco del Duomo a Palazzo Reale che, per secoli, fu la residenza dei Visconti e delle altre famiglie che governarono la città. Narra la complessa storia del Duomo, dalle sue origini nel XIV secolo, con la preesistente chiesa nello stesso sito, fino alla gara tenutasi nel 1886 per ridisegnarne la facciata.

Tra i reperti interessanti modelli in legno della cattedrale del XVI e XVII secolo.  E molte sculture medievali, tra le quali due che si presume rappresentino Gian Galeazzo Visconti e Galeazzo Maria Sforza.

Inoltre si possono ammirare vetrate colorate, dipinti, arazzi ed un paio di stalli del coro, con elaborati intagliati. Un’altra sezione mostra le modifiche apportate alla cattedrale nel XX secolo.

Il Museo è uno dei Musei di Milano  aperti dal Martedi alla Domenica.

Museo D’arte Contemporanea

Il Museo D’arte Contemporanea (o CIMAC) è ospitato al secondo piano di Palazzo Reale. Si tratta  di una galleria moderna aperta nel 1984. Uno dei Musei di Milano ancora in espansione.

Grande importanza è data alle opere italiane dal XIX secolo ai Futuristi (Umberto Boccioni in particolare), all’arte astratta ed alle diverse produzioni contemporanee. Vi si trovano opere di Carlo Carrà, Filippo De Pisis, Giorgio Morandi e Tancredi. Ma anche di artisti più famosi come Modigliani e De Chirico.  Tra gli artisti stranieri è dato spazio ai Post-impressionisti, quali Van Gogh, Cezanne, Gauguin, Picasso, Matisse, Kandinsky.

E’ possibile visitare il Museo dal Martedi alla Domenica.

Pinacoteca Ambrosiana   
La migliore collezione d’arte di Milano è ospitata in un’imponente palazzo del XVII secolo, il Palazzo di Brera.

L’Ambrosiana ospita la magnifica biblioteca del Cardinale Federico Borromeo: 30.000 manoscritti conservati fino ad oggi. Si possono ammirare L’Iliade illustrata del V secolo, le prime edizioni della Divina Commedia di Dante e l’Atlante Codex di Leonardo del XV secolo.

L’edificio ospita anche una galleria d’arte donata dal Borromeo alla sua morte nel 1618.

La collezione di dipinti e sculture attesta il gusto eclettico ed eccentrico del cardinale. Ed ora comprende opere che vanno dal XIV al primo XIX secolo. Tra le tele, il Ritratto di un musicista, attribuito a Leonardo da Vinci e lo splendido Ritratto di una giovane donna, attribuito al suo allievo Ambrogio De Predis.

Altri capolavori sono: La Madonna del Baldacchino di Botticelli (XV secolo), una versione in cartone dell’affresco vaticano di Raffaello La Scuola di Atene (XVI secolo) ed il Cesto di frutta di Caravaggio, primo dipinto in Italia a presentare come soggetto una natura morta.

E’ presente anche una vasta collezione di arte veneziana con dipinti di Tiepolo, Tiziano, Giorgione e Bassano. Inoltre anche tavole di Bergognone, pittore lombardo del tardo XV secolo.

E’ possibile visitare la Pinacoteca tutti giorni.

Pinacoteca di Brera

La migliore collezione d’arte di Milano è ospitata in un’imponente palazzo del XVII secolo, il Palazzo di Brera. Qui, nel XVIII secolo, fu fondata l’Accademia di Belle Arti. La collezione pittorica si è sviluppata insieme all’ Accademia.

All’interno si trovano magnifici esempi del rinascimento italiano e del barocco, tra i quali opere di Piero della Francesca, Mantegna, Bellini, Raffaello, Tintoretto, Veronese e Caravaggio.

La collezione include anche opere di alcuni dei più famosi artisti moderni italiani. E’ suddivisa in 38 sale e fu inizialmente costituita da dipinti provenienti da chiese e poi da acquisizioni. Non tutto è sempre in mostra a causa dei restauri e di opere di ricerca.

Da non perdere il Cristo Morto del Mantegna e lo Sposalizio della Vergine di Raffaello.

La Pinacoteca è aperta dalle 9 alle 17.30 dal Martedi al Sabato. Dalle 9 alle 13 la Domenica e durante le Festività.



Booking.com

Riassunto
Musei di Milano: un'occasione per scoprire il capoluogo lombardo
Titolo
Musei di Milano: un'occasione per scoprire il capoluogo lombardo
Descrizione
Milano è una città culturalmente vasta. I Musei di Milano sono l'occasione culturale migliore per apprezzare l'arte e la cultura della città.
Autore
Azienda
Club4business
Logo

Rossana Nardacci

Laurea Magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso L’Università Roma Tre. Mi occupo principalmente di Content Marketing e Social Media Marketing per aziende e liberi professionisti, redigo testi Seo Oriented e curo le strategie per blog aziendali.

Ultimi articoli da Rossana Nardacci (vedi tutto)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *