Il Parco Fluviale dell’Alcantara: meta irrinunciabile in Sicilia

Tuffo nelle gole del Parco Fluviale dell’Alcantara.

Tuffo nelle gole del Parco Fluviale dell’Alcantara

Passeggiare in mezzo alla natura, ammirando un paesaggio geologico assolutamente unico al mondo. Questo offre il Parco Fluviale dell’Alcantara. E non solo.

Sport e natura nei canyon lavici del Parco Fluviale dell’Alcantara

Farsi trascinare dalle acque del Parco Fluviale dell’Alcantara

Avventurarsi praticando body rafting, trekking fluviale o facendo un giro in canoa tra le acque cristalline del Parco Fluviale dell’Alcantara è quello che vi aspetta.

Il Parco Fluviale è uno dei più estesi al mondo. Con le sue omonime Gole è una meta irrinunciabile per chi in Sicilia, dopo un tuffo nell’arte, nella storia e nelle tradizioni isolane, vuole immergersi anche in itinerari dai panorami mozzafiato immersi nel verde.

I comuni i cui territori sono interessati dal parco sono quelli di Randazzo, Castiglione di Sicilia, Calatabiano, Roccella Valdemone, Mojo, Malavagna, Francavilla di Sicilia, Motta Camastra, Graniti, Gaggi, Taormina e Giadini Naxos. E ricadono nelle città metropolitane di Messina e Catania.

Farsi trascinare dalle acque del Parco Fluviale dell’Alcantara

Chi vuole osare di più, ma senza rischiare, con il body rafting, può farsi trascinare dall’acqua tra rocce rapide e cascatelle, con muta, calzari, giubotto e caschetto protettivo.

Particolari i colori delle rocce, spesso prismi esagonali che assumono nei diversi tratti del fiume le inclinazioni più diverse. A canna d’organo, ad arpa, a ventaglio o disposti con una struttura che ricorda la classica “catasta di legna”.

Nelle Gole si può iniziare un originale percorso immergendosi nelle acque dell’Alcantara. Un viaggio tra “canyon” di basalto lavico scavati nei millenni dal corso del fiume, formatisi dopo un’eruzione dell’Etna.

Due nuovi sentieri nel Parco Fluviale dell’Alcantara

Due nuovi sentieri nel Parco Fluviale dell’Alcantara

Numerosi i sentieri del Parco. Quest’anno ne apriranno due nuovi. Quello del “Giardino Mediterraneo” che porta fino ai bacini della fitodepurazione. Ed in cui è possibile apprendere come funziona il sistema naturale di pulizia delle acque. E quello di “Eleonora”, che costeggia il fiume a valle. Esso porta alla spiaggia del platano tramite una scala panoramica immersa nella macchia mediterranea.

Tra i posti più suggestivi del Parco vi è il tratto compreso tra Castiglione e Francavilla di Sicilia dove c’è il sentiero Le Gurne. Ed in cui si possono scoprire i ruderi del castello di Francavilla, gli scavi archeologici, le saje e le gurne. Quest’ultime sono piccoli laghetti lungo il corso del fiume, in cui è possibile sostare, creati dall’incessante azione erosiva operata per millenni dalle colate laviche.

Un Parco all’avanguardia dal punto di vista tecnologico

Il Parco Fluviale dell’Alcantara è anche all’avanguardia dal punto di vista tecnologico. Una moderna sala multimediale 4D ed elementi espositivi del Mol (Museum of Land) fanno conoscere la formazione delle Gole ed ammirare l’ambiente circostante in modo innovativo e divertente. Un ambiente arricchito da riproduzioni in scala di alcuni animali preistorici vissuti nell’antica valle e numerose bacheche e cartelli didattici.

Riassunto
Il Parco Fluviale dell’Alcantara: meta irrinunciabile in Sicilia
Titolo
Il Parco Fluviale dell’Alcantara: meta irrinunciabile in Sicilia
Descrizione
Tuffo nelle gole del Parco Fluviale dell’Alcantara.
Autore
Azienda
Club4business
Logo

Rossana Nardacci

Laurea Magistrale in Informazione, Editoria e Giornalismo presso L’Università Roma Tre. Mi occupo principalmente di Content Marketing e Social Media Marketing per aziende e liberi professionisti, redigo testi Seo Oriented e curo le strategie per blog aziendali.

Ultimi articoli da Rossana Nardacci (vedi tutto)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *