Manager di risorse umane: 5 consigli utili per ricoprire questo ruolo

Bisogna avere delle capacità particolari per gestire dei collaboratori?

Vorreste che il prossimo step nella vostra carriera fosse quello di gestire delle persone come manager di risorse umane, ma non sapete come fare per arrivarci? State per affrontare un colloquio di lavoro che potrebbe darvi la possibilità di guidare dei collaboratori? In fondo, c’è bisogno di esperienza nella gestione delle persone per arrivare ad essere un manager capace di relazionarsi con dei collaboratori, giusto? Non necessariamente. Molte persone hanno ottenuto questo posto e si muovono in tale ruolo senza possedere alcuna esperienza di gestione. Come? Si deve dimostrare, durante il colloquio, che si ha la capacità di gestire altre persone, sottolineando tutta la propria bravura nel trasferire anche agli altri tale capacità.

5 consigli utili e concreti per fare il manager di risorse umane

1. Possedere un’ottima capacità di relazionarsi con dirigenti e azionisti

Come nuovo manager, dovrete discutere della performance e dei progressi del vostro team con i dirigenti e gli azionisti, e gestire successivamente le loro aspettative. Per questo motivo, prima del vostro colloquio, preparatevi a spiegare come sono le vostre relazioni con queste figure, nel vostro ruolo attuale. Fate capire come riuscite ad avere un dialogo aperto con loro, che siete buoni comunicatori e avete costruito un solido rapporto professionale che ha portato alla creazione di credibilità e fiducia.

2. Dimostrare esperienza nella formazione e nella gestione degli altri membri del team

Come membro esperto del team, con un’enorme quantità di competenze, vi potrebbe esser chiesto di formare nuovi dipendenti o addirittura creare altri dipartimenti all’interno dell’azienda. Allo stesso modo, le persone possono relazionarsi con voi regolarmente per consigli, suggerimenti o indicazioni, proprio perché avete la giusta esperienza. Per aumentare le vostre possibilità di essere preso in considerazione per una posizione di responsabile di risorse umane, è necessario dimostrare di saper fronteggiare tutto questo durante il colloquio.

Per aiutarvi con degli esempi pratici, pensate ad alcune situazioni fuori dall’ambito lavorativo, sia che si tratti di volontariato in una scuola, di allenare una squadra di calcio o di dirigere una piccola società sportiva . Preparatevi con esempi di situazioni in cui avete indirizzato e guidato altre persone, potrete dimostrare di avere la conoscenza del ruolo, di possedere le capacità di comunicazione e la pazienza necessarie per essere un efficace manager.  Provate pure ad esercitarvi cercando di rispondere a domande del tipo: “Perché pensa di essere la persona giusta per questo ruolo?” Oppure “Come descriverebbe i suoi rapporti con i colleghi?

3. Possedere la capacità di delegare ad altri

Una cosa è saper insegnare ad altri. Tutt’altra cosa è essere in grado di lasciare spazio ai collaboratori affinché compiano determinate attività in completa autonomia. Un efficace responsabile di risorse umane non prova mai a fare tutto da solo. Una volta che ha stabilito un rapporto di fiducia, non avrà alcun problema a delegare compiti ai membri del team, sulla base dei loro punti di forza e dei loro ruoli, fornendo istruzioni chiare e scadenze precise. Potrebbe darsi il caso che nel vostro attuale ruolo non sia prevista la possibilità di delegare ad altri.

Ecco allora alcune situazioni in cui comunque avete trasmesso ad altri le vostre attività, per esempio quando avete usufruito di un congedo e avete passato le consegne ad un collega, oppure quando uno stagista o una persona di un altro dipartimento si è aggiunta al vostro e avete dovuto passargli parte delle vostre incombenze.  Qualunque sia l’esempio, assicuratevi di far vedere come comunicate alle persone delegate le vostre aspettative riguardo all’esatta esecuzione del compito e al rispetto della scadenza. Dato che state per sostenere un colloquio per il ruolo di responsabile di risorse umane, preparatevi a rispondere a domande del tipo:  “Quali sono le sue capacità di gestione del personale / delega?” Perciò assicuratevi di avere in mente alcuni esempi da fare o, almeno, una strategia riguardo alla delega.

4. Possedere spirito di gruppo

Se avete già la responsabilità di gestire delle persone, capite bene l’importanza di  possedere spirito di squadra e passione per il raggiungimento di obiettivi condivisi. Pensate ad esempio allo sforzo fatto per ottenere un successo per il vostro team o per  la vostra organizzazione, oppure al sostegno fornito a qualche collega in difficoltà.  Selezionate alcuni esempi da raccontare all’intervistatore per dimostrare il vostro spirito di squadra. E’ facile che vi venga chiesto “Come descrive la sua attuale squadra?” Oppure “Qual è il suo rapporto con i colleghi?”

5. Possedere un elevato quoziente emotivo

Infine, un buon manager che sa gestire al meglio i suoi collaboratori, deve possedere un alto livello di intelligenza emotiva. Deve essere consapevole delle emozioni che provano i suoi collaboratori diretti, essere in grado di leggere il loro stato d’animo. Ma, al tempo stesso, deve avere la capacità di monitorare e saper controllare le proprie emozioni.

Avere questa abilità è essenziale per intrattenere relazioni positive con i dipendenti, per migliorare il loro impegno e la loro produttività. Ma anche per fare in modo che si trovino a proprio agio con il loro capo e che rimangano in azienda perché si sentono compresi. Potete dimostrare la vostra intelligenza emotiva, durante un colloquio, in vari modi, ma per un ruolo di gestione del personale, vorrei suggerire di concentrarvi su esempi specifici. Potete citare i momenti in cui avete dimostrato sensibilità e tatto nel gestire situazioni particolari, come l’affrontare il conflitto tra due membri del team, o essere comprensivo e disponibile verso un collega stressato.

Infondere sensazioni positive e motivare i collaboratori

Ma come fornire sensazioni positive, come far sentire motivati i collaboratori?  Un buon manager delle risorse umane che sa gestire adeguatamente i suoi collaboratori, deve sapere come motivare i membri del team. Pensate a quei momenti che hanno dato a un collega la spinta giusta in determinate situazioni, oppure a quello che in passato un vostro superiore ha fatto per voi o vi ha detto, facendovi schizzare il morale alle stelle. Riflettete su questi esempi e preparatevi a riferirli al vostro intervistatore. Funzionerà, dando l’idea di voi di una persona sensibile, in grado di gestire le proprie e altrui emozioni e di saper motivare i collaboratori.

Aspettatevi, comunque, di dover sostenere un colloquio molto complesso per ricoprire questo tipo di ruolo. Ricordate che potete aspirare a gestire un gruppo di collaboratori, anche se non avete maturato molto esperienza. Ma non barate: se alla base non ci sono le qualità e le giuste competenze non andrete molto lontano.

Riassunto
Manager di risorse umane: 5 consigli utili per ricoprire questo ruolo
Titolo
Manager di risorse umane: 5 consigli utili per ricoprire questo ruolo
Descrizione
Vorreste che il prossimo step nella vostra carriera fosse quello di gestire delle persone come manager di risorse umane, ma non sapete come fare per arrivarci?
Autore
Azienda
Club4business
Logo

Umberto Benedetti

Ho maturato una solida esperienza di 19 anni in aziende di rilevanza nazionale e multinazionali nel settore delle vendite. Sono esperto in pianificazione e organizzazione. Ho sviluppato vaste esperienze nella comunicazione, nella gestione delle Risorse Umane e nel Problem Solving.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *